sabato 24 settembre 2016

Torino

Osservo la Torino immobile davanti a me.
Penso.
Il primo anello rappresenta la Natura.
Innumerevoli alberi ed un impetuoso fiume.
Il secondo anello è la Civiltà.
Qui si incontrano il passato ed il presente.
La storia ed il moderno.
Rifletto.
Chissà quanti milioni di cambiamenti ha vissuto questa città.
Chissà quante volte quella piazza è stata distrutta
e poi ricostruita.
Quanti anni sono passati prima che diventasse così bella,
così unica com'è oggi?
Dopo milioni di anni dalla sua nascita,
io sono qui ad ammirarla.
Oggi Torino deve dire grazie al suo passato.
Grazie agli uomini che l'hanno visitata.
Buoni o cattivi.


30 gennaio 2016
Pamela